Archivi del giorno: 26 aprile 2019

Si legge «brocca rotta» ma significa «sozzura» e «splendore»

NAPOLI – Dopo aver usato nel giro di appena cinque righe due volte l’aggettivo «simbolico» e due volte l’aggettivo «esoterico», Giuseppe Dipasquale – regista dell’allestimento de «La brocca rotta» di Heinrich von Kleist che lo Stabile di Napoli presenta al … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | 2 commenti