Archivi del mese: dicembre 2018

Due sorelle zitelle zoppe, fra cinesi, avarizia e telenovele

NAPOLI – Avevo sempre apprezzato i testi di Gianni Clementi: poniamo «Una volta nella vita», «L’ebreo» e «Alcazar», centrati rispettivamente su una riedizione in sedicesimo dei replicanti di «Blade Runner», sul dramma delle leggi razziali rivisitato in chiave di giallo … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | 2 commenti

Quando, per esistere, la bontà deve mascherarsi da cattiveria

MODENA – Sono stato sempre convinto che la chiave per capire «L’anima buona del Sezuan» non stia nel testo, ma in «A coloro che verranno», la poesia che Brecht scrisse nell’esilio di Svendborg proprio nei giorni del ’38 in cui … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Quel corpo che, non nominato, diventa un nemico

NAPOLI – Il tema fondamentale del teatro di Neil LaBute – uno dei più accorsati fra gli autori statunitensi della generazione succeduta a Mamet – è la difficoltà, spesso insormontabile, della comunicazione fra le persone, in particolare fra gli uomini … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Santanelli e il fazzoletto di Merola

NAPOLI – Riporto di seguito il racconto di Manlio Santanelli «Pullecenella e la gestualità» e il mio commento allo stesso, «Il fazzoletto di Merola», pubblicati dal «Corriere del Mezzogiorno». Ve vulite fa’ na resatella? Io, Pullecenella Cetrulo, penzatore quanno nun … Continua a leggere

Pubblicato in Commenti | Lascia un commento