Archivi del mese: gennaio 2015

Oskar Schindler, un flashback
sulla follia e l’orrore della Shoah

  Questa l’idea di Francesco Giuffré e Ivan Russo, autori dello spettacolo, «La lista di Schindler», che la Diana OR.I.S. presenta al Nuovo: Oskar Schindler, l’industriale tedesco che, pur avendo aderito al nazismo, in seguito salvò dalle camere a gas … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Il Teatro Stabile di Napoli
e un presunto testo di Bergman

Debbo aggiungere un codicillo alla recensione dello spettacolo, «Sinfonia d’autunno», in scena al Mercadante. Alle 16,37 del 22 gennaio 2015, ossia cinque giorni prima del debutto dello spettacolo in questione, ricevei da Sergio Marra, addetto stampa del Teatro Stabile di … Continua a leggere

Pubblicato in Commenti | Lascia un commento

Scontro fra madre e figlia
nel gelido silenzio di Dio

  I temi centrali e decisivi di «Sinfonia d’autunno» – il film di Ingmar Bergman con Ingrid Bergman e Liv Ullmann – sono l’assenza della vita e il dilagare, al suo posto, della recita della vita. Infatti, la battuta-chiave della … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Una discesa agl’inferi
col Munaciello e la Bella ‘Mbriana

  «Ho scelto di tornare alla messinscena di un testo in lingua napoletana, di tornare a un autore antioleografico per eccellenza come Moscato, nell’intento di allontanarmi dalla malsana oleografia di ritorno che, nuovamente, appesta Napoli di retorica e luoghi comuni, … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Don Giovanni formato Commedia dell’Arte

  Occorre chiedersi quale Don Giovanni porti in scena Alessandro Preziosi (adesso al Diana) nel duplice ruolo di regista e di protagonista. È quello de «El burlador de Sevilla», il testo di Tirso de Molina che in qualche modo costituì … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | 2 commenti

Nella città del Sud
sempre prigioniera
o dell’amore o del dolore

  Come scrissi quando scomparve, nel dicembre del 2005, Peppino Patroni Griffi apparteneva alla razza, ormai in via di estinzione, dei napoletani che sanno percorrere il mondo senza trasformarsi e senza tradire le proprie radici, ma anche senza scendere a … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Il teatro di Francesco Rosi:
fra neorealismo e grottesco

  Le caratteristiche fondamentali (e, meglio, fondanti) del suo cinema – l’impegno civile e l’attenzione verso i problemi e le dinamiche sociali – Francesco Rosi le trasferì pari pari nel teatro, che ritrovò, dopo una fugace esperienza di quarant’anni prima, … Continua a leggere

Pubblicato in Commenti | Lascia un commento

La pendola della vita
che suona ogni anno

  «Un teatro di una semplicità ambiziosa, che dal basso della quotidianità mira molto in alto, sperando, senza averne alcuna certezza, che in alto ci sia qualcosa da colpire». Sono le ultime parole delle note di Tony Laudadio, autore, regista … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Quella sera all’Olympia

Il mio ricordo di Pino Daniele esce dall’orgia della retorica che in questi giorni ci ha sommersi. Nel senso che si limita alla storia dell’artista e ai dati di fatto che l’hanno scandita. E ripubblico, dunque, la cronaca del concerto, … Continua a leggere

Pubblicato in Cronache | Lascia un commento

Un messaggio per «Charlie Hebdo»

Questo sito è in riparazione, perciò non funziona come dovrebbe. Ma proprio la necessità di far fronte agl’inconvenienti mi richiama alla coscienza – per carità, senza minimamente pensare a improponibili paragoni – quanto è avvenuto a Parigi. Si collega a … Continua a leggere

Pubblicato in Commenti | Lascia un commento