Archivi del mese: dicembre 2013

Max Giusti, neo papà da Centocelle a Hollywood

È ritornato Fregoli. Adesso ha le fattezze di Max Giusti, autore (con Andrea Lolli, Claudio Pallottini e Giuliano Rinaldi) nonché, ovviamente, mattatore assoluto dello spettacolo, «Di padre in figlio», in scena all’Acacia per la regia di Marco Carniti. Infatti, v’interpreta … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Hebbel, quell’Eduardo nato in Germania

«Ein Weib zu ihrem Mann: ja, es ist wahr, nur eins dieser drei Kinder ist von Dir, aber ich sage Dir nicht, welches, damit Du die andern nicht schlecht behandelst». In italiano il passo suona: «Una donna a suo marito: sì, … Continua a leggere

Pubblicato in Commenti | Lascia un commento

L’augurio della dignità

Travestiamoci da Babbo Natale, facciamocelo da noi, un regalo: e non solo in occasione del Natale, appunto, ma anche e soprattutto in vista dell’anno nuovo. Facciamoci il regalo di riscoprire quella cosa semplice, eppure difficilissima da praticare, che si chiama … Continua a leggere

Pubblicato in Commenti | Lascia un commento

Tre amiche incinte dello stesso uomo

Dice una: «Desideravo un uomo che mi toccasse. E il ginecologo non era sufficiente». Poi, se si parla di un pene di venti centimetri, un’altra chiede: «Quadrati?». E infine, a commento della paura di avere un figlio, una terza sbotta: … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Un telegramma da Montevergine

Credo di dovere qualche spiegazione a chi, fra i gentili frequentatori di questo sito (www.controscena.net) e del blog di Libero «Controscena», si sia eventualmente chiesto perché, rispettivamente in data 18 dicembre e in data 20 dicembre, io abbia ripubblicato la recensione … Continua a leggere

Pubblicato in Commenti | Lascia un commento

Sulla nave di Viviani fra guappi e Bammenelle

Questo «Viviani Varietà» – diretto da Maurizio Scaparro e in scena al Diana – è uno spettacolo strano: nel senso che parte da un’idea eccellente ma poi, invece di svilupparla e di sostanziarsene, la riduce a un mero pretesto per … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

L’ultima ex la puoi incontrare solo on line

Il tema fondamentale di «Some girl(s)» – il testo di Neil LaBute presentato nel Piccolo Bellini per la regia di Marcello Cotugno – è la difficoltà, spesso insormontabile, della comunicazione fra le persone, in particolare fra gli uomini e le donne. Infatti, … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Festa di Montevergine con tarallucci e vino

Il primo atto si svolge nel piazzale del Santuario, il secondo in una trattoria all’aperto di Nola, il terzo nella camera da letto della casa napoletana di «’O sanguettaro». E proprio in questo risiede la straordinaria modernità de «La festa … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Se il Grande Inquisitore si scontra con Mefisto

A proposito de «La leggenda del Grande Inquisitore», lo spettacolo in scena ancora oggi al Troisi, s’impone una premessa. Il poema «Il Grande Inquisitore», che Dostoevskij incastra nella vicenda «privata» dei fratelli Karamazov, soltanto all’apparenza è una parabola di natura … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Mirandolina femminista in tenuta fetish

Fra Giuseppe Marini e Nancy Brilli – il regista e la protagonista dell’allestimento de «La locandiera» in scena all’Acacia – c’è stata davvero una bella gara nel dire il contrario di quel che ha detto Goldoni. Il primo ha parlato … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento