Archivi del mese: novembre 2013

Se Medea emigra da Corinto negli States

A spiegare la persistenza del mito di Medea nel teatro di tutte le epoche (si va dal capolavoro eponimo di Euripide a «La lunga notte di Medea» di Alvaro e a «Medeamaterial» di Müller, passando, mettiamo, per «Médée» di Corneille … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Una «Bisbetica» da Commedia dell’Arte

Come sappiamo, è il travestimento il tema centrale e determinante de «La bisbetica domata». E tanto a cominciare dal fatto che il testo stesso «si traveste»: giacché – appartenendo alla fase sperimentale (e dunque al periodo dell’apprendistato) di Shakespeare – … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Se Freud si scontra con un Dio nevrotico

«Il Visitatore» – la commedia di Eric-Emmanuel Schmitt che ha aperto la stagione dell’Acacia – costituisce un caso strano. Vi si racconta di un misterioso personaggio in frac che la sera del 22 aprile 1938 s’introduce nello studio viennese di … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

«Prima del silenzio» con nudo integrale

«Prima del silenzio» – l’atto unico che ha aperto al Mercadante la stagione dello Stabile napoletano – è, se non il più bello, almeno il più importante fra i testi di Patroni Griffi: giacché – ben al di là della … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Quell’ultima recita fra il teatro e la vita

Se non fosse stato per le premure e la forza di persuasione del fedele vestiarista Norman, quell’ennesima replica di «Re Lear» – in un decrepito teatrino di provincia, nell’Inghilterra del ’42 tormentata dai quotidiani bombardamenti tedeschi – non sarebbe andata … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

La zitella e un de Sade di nome Peppino

La protagonista di «Mulignane» – il testo, tratto da un racconto di Francesca Prisco, che Gea Martire ha presentato alla Sala Ferrari per la regia di Antonio Capuano – è una donna di mezza età che si vendica della propria … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

I baffi di Nutella dell’Hitler di Latella

Uno dei più potenti mezzi espressivi è, in qualsiasi testo scritto, la sottolineatura per contrasto, l’evocare una cosa parlando della cosa ad essa opposta. E proprio questo mezzo costituisce il motore di «A.H.», l’acuto monologo di Federico Bellini e Antonio … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Carosone, un amarcord per il futuro

A sinistra i tavolini di un night, a destra la postazione di un dj, in mezzo un pianoforte (davvero un «pianofortissimo»!…) che diventa, alternativamente, la pedana dell’orchestra e, col coperchio alzato, lo schermo destinato ai filmati d’epoca e agli omaggi … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Neiwiller, la poesia come impegno civile

Con lo spettacolo «Titanic the end» – riallestito da Salvatore Cantalupo, uno degli interpreti dell’edizione originaria – prende il via stasera alle 20,30, nella Sala Assoli, un omaggio ad Antonio Neiwiller nel ventennale della scomparsa. Lo spettacolo sarà poi replicato … Continua a leggere

Pubblicato in Cronache | 4 commenti